Il segno del costume è ancora abbastanza visibile, la Sardegna inizia ad accogliere i turisti che se la vogliono godere in santa pace, la A14 si intasa ancora il sabato mattina direzione riviera. Eppure, nell’aria, mischiato all’odore delle creme solari da finire, mimetizzato tra gli effluvi di fritture miste, nascosto sotto uno schiacciante aroma di sagre paesane, si intuisce già quel non so che di abete e cannella, e, se tirate bene le orecchie… non lo sentite quel tintinnio di campanelle lontane? Eh già, nelle agenzie di comunicazione è gia Natale!!! Si pianificano le campagne, si inizia a lavorare sulla creatività, dai computer dei reparti video i vari “ding ding ding jingle bells” nelle versioni più disparate abbassano la temperatura percepita, aiutati da condizionatori sparati al massimo per entrare in atmosfera. E tutto questo solo per quel 4% di clienti che si portano avanti. Ora, amatissimo e stimatissimo 96%, lo sappiamo che il marketing viene dopo anche la pianificazione delle ferie 2019, ma quest’anno ce la facciamo a non arrivare propio all’Immacolata per decidere su quali prodotti puntare??? Così, giusto per diminuire di un punto percentuale la statistica di art director suicidi e copy in crisi di nervi. Per darvi una vaga idea del clima che si respira in quei giorni in agenzia, pensate solo per un attimo all’espressione della commessa del negozio di ammennicoli che, alle 19.28 del 24 dicembre, si sente chiedere “me lo fa il pacchetto”, trovandosi sul banco un non ben definito poliedro a 74 facce irregolari, in contemporanea al cellulare che continua imperterrito a suonare, perché il marito è assolutamente incapace di gestire il pargolo che è da 14 ore davanti all’albero di Natale tipo tossico in crisi di astinenza. Ecco, più o meno siamo su questi livelli, con la fortuna però di poter santificare il calendario perché nessuno ci vede o ci sente. Tutto questo solo per dire che, per un lavoro fatto come si deve, i tempi sono importanti, soprattutto se vogliamo sfruttare una situazione in cui il tasso di competitività è alle stelle (per rimanere in tema). E allora cerchiamo di essere tutti più buoni, dopotutto è Natale.